Le mie 5 località sciistiche preferite in Tirolo

------

Quale sciatore appassionato ho le mie zone sciistiche preferite che cambiano a seconda del periodo dell’anno e delle condizioni nevose. Ma anche il paesino ai piedi degli impianti fa la differenza. Per me è importante che sia un centro (non importa se piccolo o grande) che abbia mantenuto le proprie tradizioni e in cui vivano possibilmente tante persone del luogo. Voglio suggerire qui le cinque località sciistiche da me preferite sia per il loro centro storico che per il loro fascino particolare.

Eckard

Eckard Speckbacher viaggia molto: nelle grandi città, in paesi... Sull’autore

1. Kitzbühel

Perché? Un centro cittadino ( Stadtkern ) medioevale cresciuto armoniosamente, un fascino davvero unico in tutte le Alpi. Indipendentemente dal fatto se piacciono le personalità di grido o meno, questo luogo è davvero stupendo. Godo poter gironzolare per le viuzze del centro, ammirare le vetrine dei negozi esclusivi, o semplicemente fare una pausa al Cafe Praxmair.

La città storica di Kitzbühel con le sue case del 15.mo e 16.mo secolo

La città storica di Kitzbühel con le sue case del 15.mo e 16.mo secolo

 

2. St. Anton

Perché? Una passeggiata attraverso la zona pedonale di  St. Anton  trasmette subito lo „spirito di St. Anton“: per me esso consiste nella felice combinazione di ospiti sportivi con grandi ambizioni, architettura moderna particolarmente ben riuscita e la sensazione ancora percettibile che qui ci troviamo nella vera culla dello sci alpino.

 

Il primo Sci club è stato fondato a St. Anton nel lontano 1901, negli anni 30 qui sono stati girati in primi grandi film sullo sci.

Il primo Sci club è stato fondato a St. Anton nel lontano 1901, negli anni 30 qui sono stati girati in primi grandi film sullo sci.

 

3. Alpbach

Perché? Gli inglesi che visitano Alpbach per la prima volta amano definire questa località come „Choclate Box“ (cioccolatino) e per me il termine sembra azzeccato.   Niente sembra disturbare questa atmosfera idilliaca di altri tempi. Legno, finestre antiche, tetti caratteristici tutti uguali. L’immagine ideale di un paesino tirolese. E Alpbach è proprio così. E la località è anche piacevolmente silenziosa e ciò permette di godere appieno di questo splendido paesaggio.

Le case di legno di Alpbach sembrano tener testa ad ogni novità – tutto è rimasto uguale.

Le case di legno di Alpbach sembrano tener testa ad ogni novità – tutto è rimasto uguale.

 

4. Seefeld

Perché? Quando passeggio d’inverno nel centro del paese (Ortszentrum) rimango sempre affascinato dalla piacevole e invitante vitalità che sprizza questa località anche durante le giornate più fredde: pattinatori che disegnano i loro percorsi sul ghiaccio, sciatori con gli sci da fondo che si dirigono in tutte le direzioni, sciatori alpini, nobili signore italiane che esibiscono le loro splendide pellicce. Raramente si trova così unito fascino sportivo ed eleganza. Il tutto circondato da un ambiente naturale magnifico.

Seefeld

Seefeld

 

5. Innsbruck

Perché?  Vera città d’eccellenza per lo sci, il capoluogo (Landeshauptstadt) tirolese è una vera mekka per lo sport. Sprigiona un’atmosfera particolarissima soprattutto nei giorni di neve fresca, quando i boarder animano la città e si precipitano agli impianti della Nordkette. Persino io – che sono di qui – alzo ancora ogni giorno la testa per vedere l’immensa catena montana che chiude la città a nord con il centro urbano ai suoi piedi. Quale altra città può vantare una paesaggio del genere?

Vista dal ponte dell’Inn di Innsbruck all’ingresso della città storica.

Vista dal ponte dell’Inn di Innsbruck all’ingresso della città storica.

1 commento

  • MIrco
    molto interessante e piacevole