10 trucchi per riconoscere un vero tirolese

------

Solitamente ce li immaginiamo così: uomo con la barba e cappello tirolese e donna in Drindl e capelli intrecciati magari seduti davanti a una casetta di legno. Ma non è che siano proprio tutti così i tirolesi! O almeno ….. non sempre ;-).

Eckard ed io ci siamo divertiti a stilare una TOP 10 che caratterizzi veramente i tirolesi. Se vi viene in mente altro scriveteci!

Eva

Nel suo zaino non manca mai la macchina fotografica. Adora scoprire... Sull’autore

1. Ogni tirolese possiede almeno una bottiglia di grappa fatta in casa. E’ la bevanda ufficiale quando si ricevono ospiti e viene utilizzata anche per curare il mal di stomaco o per bloccare un’influenza in arrivo ;-).

Tiroler Schnaps

 

2. Sfogliare il quotidiano Tiroler Tageszeitung è un rituale che caratterizza i tirolesi di ogni età. Consente di essere sempre aggiornati ed è anche un ottimo spunto per divertenti pettegolezzi.

Tiroler Tageszeitung

 

3. Il fine settimana (o anche all’alba o al tramonto dopo il lavoro) si sale in montagna.

4. Il costume tradizionale come il Dirndl o i pantaloni di pelle sono un must per ogni tirolese. E non possono mancare nel proprio guardaroba, magari anche in versione moderna.

5. La residenza non viene cambiata spesso. In questo siamo molto costanti.

Wohnort

 

6. La domenica una visita a messa è d’obbligo, nonostante le statistiche indichino una tendenza in calo.

Stubaital, Neustift

 

7. Il tema calcio viene spesso dribblado per passare a parlare dei campioni di sci tirolesi.

8. La partecipazioni a varie associazioni come la banda di paese, i pompieri, le associazioni dei tiratori etc…consente un’integrazione sociale attiva e garantisce ottima compagnia per la birretta post-messa.

Kals, Kirchtag

 

9. Le vere marche di successo qui si chiamano Salomon, The North Face oppure Mammut…Gucci e Prada sono molto meno seguite. La giacca da sci viene usata quotidianamente e proprio per questo ci si permette il lusso di cambiarla ogni anno seguendo le mode.

10. Il dialetto! Per un orecchio allenato è possibile riconoscere il luogo di origine dell’interlocutore nel raggio di 8 km. Tanti sono i dialetti e le parlate che identificano i vari paesi della regione.

1 commento

  • Elena Palatini
    Se dovessi descrivere il paradiso credo sceglierei il Tirolo. Personalmente conosco il Südtirol. Siete legati alle vostre tradizioni che sono bellissime. A proposito,ammetto i grandi sciatori sono altoatesini. Thoeni è stato il primo di una lunga serie.