Addio vecchio Skilift, benvenuta funivia futuristica

------

I vecchi skilift stanno scomparendo, almeno in Tirolo. Sul ghiacciaio dello Stubai quest’inverno gli amanti dello sport bianco salgono in quota con un nuovissimo impianto a tre funi, a St. Anton am Arlberg nuove funivie rendono quasi superflua la strada del passo e nel nuovo impianto della Söldener Giggijochbahn i portatori di handicap salgono senza barriere architettoniche. E’ dura per i nostalgici dello skilift, ma ottimo per tutti gli altri.

Michael

Nel tempo libero Michael Gams ama esplorare la regione: a piedi, in... Sull’autore

WLAN. Posti a sedere in vera pelle. Vetrate panoramiche. Designed by Pininfarina. In 12 minuti da 1.695 a 2.900 metri sul livello del mare. Costi: 60 milioni di Euro. No, non stiamo parlando di un jet lussuoso bensì della più moderna funivia di tutta la regione: L’impianto a tre funi 3-S-Eisgratbahn sul ghiacciaio dello Stubai. 49 enormi cabine molto stabili contro il vento scivolano verso l’alto con un sistema di tre funi d’acciaio, ogni cabina può ospitare comodamente fino a 32 escursionisti. Al confronto, il vecchio impianto dell’Eisgrat necessitava del doppio del tempo e quando il vento era molto forte era anche soggetto ad interruzioni per motivi di sicurezza. Ecco qui il nuovo impianto:

T-10! Only 10 days left until you can take your first ride with the #3s #eisgratbahn! ⛷🚠🚡 #stubai #visittyrol #lovetyrol #skifahren #kingdomofsnow #vorfreude #seilbahn #herbstskilauf

A video posted by Stubaier Gletscher (@stubai_glacier) on

Il fatto che le stazioni sciistiche dei giorni nostri non sono più bunker di cemento armato l’avete persino scoperto al cinema. Proprio grazie alla sua architettura futuristica la stazione degli impianti Gaislachkogelbahn nella zona sciistica nella valle Ötz è divenuta la scenografia dell’ultimo film di James Bond con Daniel Craig.

iceq_sunset-bergbahnen-soelden-by-rudi-wyhlidal

Nel Cinema una clinica futuristica, in realtà la stazione d’arrivo della funivia Gaislachkogelbahn e un ristorante Gourmet: lo “iceQ” in quota sopra Sölden. (Foto: Bergbahnen Sölden, Rudi Wyhlidal)

Quest’inverno la funivia del Gaislachkogel avrà una nuova concorrenza: la nuova funivia Giggijoch. Essa garantisce salite senza barriere per i portatotri di handicap, ognuna delle 134 cabine è dotata di Internet via WLAN, altoparlanti e illuminazione. Chissà se a qualcuno passerà persino la voglia di scendere perché si sta proprio comodi in cabinovia. Le stazioni di partenza e d’arrivo sarebbero ottime scenografie per i prossimi film science-fiction.

Cambiamo scenografia e andiamo all’estremo ovest del Tirolo: St. Anton am Arlberg è da sempre un grande comprensorio sciistico. Adesso è diventato proprio enorme. Perché ben quattro nuove funivie partono dalla strada del passo e fanno da collegamento con il centro sciistico mondano di Lech am Arlberg e oltre, fino alla zona più amata dei freerider al Albonagrat. Il tutto ha un ulteriore effetto molto positivo: il nuovo impianto della Flexenbahn rende superfluo arrivare fino a Lech in macchina e in più si risparmiano 120 corse di skibus al giorno.

Così, mentre saliamo verso la montagna a velocità doppia di prima possiamo anche navigare su internet, comunicare con whatsapp, instagram e facebook. E facendolo dobbiamo persino sbrigarci. Perché adesso la risalita in queste nuove cabinovie che ricordano piccoli astronavi dura solo pochi minuti. E prima di affrontare il freddo e avventurarci giù con gli sci o lo snowboard possiamo anche coccolarci con i sedili riscaldati.

Vi ricordate ancora il buon vecchio skilift? Risalire senza cadere e arrivare fino in quota un tempo era la dimostrazione pratica di saper sciare e di essere preso sul serio come sciatore o snowboarder. E la famosa seggiovia con un posto solo? I più giovani fra di voi sicuramente non lo conoscono neanche più. E’ quel famoso impianto che ci trasportava verso l’alto in solitaria e in tempi interminabili. Lì si che il WLAN in seggiovia avrebbe avuto senso. Senza un vicino che ti distrae e con mezz’ora di tempo per poter leggere comodamente tutta la posta elettronica del giorno.

La brutta notizia per tutti i nostalgici fra di noi è che questa tipologia di skilift in Tirolo è veramente in estinzione. Se sono nostalgico anch’io? Chiedetemelo più tardi – dopo che ho preso per la prima volta l’impianto a tre funi, la 3-S-Bahn.

Noch nicht ganz ausgestorben, selbst am Stubaier Gletscher - der gute alte Schlepplift. (Foto: Stubaier Gletscher)

Non è proprio scomparso. Il buon vecchio Skilift. Persino in comprensori sciistici moderni come il ghiacciaio dello Stubai.  (Foto: Stubaier Gletscher)

Nessun commento