Cinque trattorie con la produzione propria

11.05.2018MichaelMichael
Kräuterwirtshaus Strumerhof, ©Heinzlmeier Bert

Lasagne alle erbe di campo anziché piatti riscaldati al microonde, canederli di camoscio invece di fast food e zuppa di erbe selvatiche invece della solita minestra. Queste trattorie nel Tirolo puntano su prodotti dai propri orti, campi e stalle. Alcuni gestori vanno a caccia della loro selvaggina, altri su richiesta pescano trote dalle acque dietro casa.

1. Blaue Quelle

Erl, Kufstein

Sappiamo che in Italia si mangia dell’ottimo pesce, ma anche in Tirolo ci sono ristoranti che non hanno nulla da invidiare. Chi mangia volentieri il pesce, viene qui. Dietro la trattoria omonima, c’è la più grande sorgente di acqua potabile dell’Austria occidentale, la Sorgente Blu “Blaue Quelle”. Se gli ospiti ordinano qui una trota arcobaleno con verdure, viene pescata direttamente dal piccolo bacino dietro la casa e preparata da Alexander Struth. Lui e la moglie Gaby sono la terza generazione dei gestori della trattoria Gasthof Blaue Quelle. La famiglia Struth combina le ricette tramandate dalla nonna altoatesina con creazioni contemporanee.

Hotel Blaue Quelle, Erl, Kufstein, ©Heinzlmeier Bert

2. Rimmlstube

Berwang, Außerfern

Quando Markus Singer e Karin Rimml vanno a caccia, lo fanno nella loro riserva della Rimmlstube. Il risultato sono squisite specialità a base di camoscio, cervo e capriolo. Nel menu si trovano anche altri piatti tradizionali, come i “Kasspatzln”, i gnocchetti al formaggio tirolesi e i kiachl con crauti. Le pecore alpine brune della Rimmlstube mangiano soprattutto le erbe alpine e officinali, e il sapore si sente. I titolari della Stube trasformano la carne d’agnello in salsicce di pecora e affumicato di pecora.

A post shared by Kathi (@_kathis_pictures_) on

3. Strumerhof

Matrei, Osttirol

La signora Holzer ha la bacchetta magica. Così almeno dicono gli ospiti, che hanno già mangiato una volta nel suo maso “Osttiroler Bergbauernhof” ai piedi del Großvenediger. E veramente: Anna Holzer cucina canederli alle ortiche, arricchisce il Tiramisù con denti di leone e completa il Campari con l’Achillea millefoglie. Ciò che gli altri chiamano erbacce, con lei finisce nella zuppa. La sig.ra Holzer trova gli ingredienti per i suoi piatti nel bosco e sui pascoli fuori dalla porta di casa. Nella sua pentola finiscono fiori, pezzi di corteccia e addirittura i licheni. Il suo piatto tipico però è l’agnello arrostito nel fieno alpino. Ma naturalmente non finisce qui: la famiglia Holzer alleva bestiame, trasforma il latte in formaggio fresco, cuoce il pane.

Kräuterwirtshaus Strumerhof, Matrei in Osttirol, ©Heinzlmeier Bert

4. Linde

Stumm, Zillertal

Hannes Ebster è il proprietario di una trattoria con orto biologico. Le insalate fresche, le verdure e le erbe vengono dall’orto, cuoce lui stesso anche il pane. La tartare di capriolo con parfait di fegatini di pollo, amarene e noci nere ha convinto addirittura la giuria della guida gourmet Gault-Millau. Forse perché Ebster si lascia ispirare dalla collezione di ricette della sua mamma.

Vielen Dank an @monischnee für diesen Schnappschuss! #Regenbogen #Lindegarten #Linde #Zillertal 🌦🌈😊🌳🌲

A post shared by Landgasthof Linde (@landgasthof.linde) on

5. Postgasthof Gemse

Zams, Landeck

Una tipica trattoria di paese, proprio lungo l’antica strada romana Via Claudia Augusta: adeguato all’ambiente tradizionale della vecchia trattoria Gasthof Gemse, il titolare Seppl Haueis serve buonissimi piatti a base di selvaggina e arrosti. Gli ospiti trovano sul suo menu soprattutto prodotti della sua azienda agricola, dell’orto degli odori e della caccia, i piatti variano a seconda della stagione. In primavera Haueis serve asparagi, funghi e bacche. In autunno piatti di selvaggina, zucca, affumicati o agnello alpino tirolese.

Che la cena abbia inizio #Capodanno #Tirolo #Tyrol #neve #snow #Austria #capodanno #2016 #happynewyear #newyear #citylife #life #like #giampatv #ilovemyjob #München #Munich #Monaco #Bayern #Live #deutschland #germany #vielglück #vielspaß #friends

A post shared by Giampaolo Trombetti (@giampatv) on

Michael

Nel tempo libero Michael Gams ama esplorare la regione: a piedi, in mountain bike, facendo freeride e scialpinismo scopre tutti i luoghi più belli.

Sull’autore »

Nessun commento

In su
giù