Le migliori ricette primaverili: ravanelli di Thaur con pesto di foglie

29.04.2019KlausKlaus

Con le temperature miti e le giornate più lunghe non si ha tanta voglia di stare in cucina per ore. Abbiamo suggerimenti per veloci stuzzichini gustosi a base di ingredienti regionali, che si possono godere con gli amici al sole primaverile.

Pesto di foglie di ravanelli

Rosso intenso, aspro e molto sano. Nel Tirolo il bulbo viene coltivato soprattutto nei soleggiati comuni di Thaur e Absam. Il 60% di tutti i ravanelli raccolti in Austria vengono di lì.

Invece si è un po’ dimenticato, che non solo il bulbo del ravanello è commestibile. Anche le foglie, che spesso si buttano via, si possono trasformare in ottimi piatti.

Per 2 porzioni di pesto di foglie di ravanello abbiamo bisogno di:

  • foglie di un mazzetto ravanelli
  • 100 grammi di noci
  • succo di mezzo limone
  • 1 pizzico di scaglie di peperoncino rosso
  • 1/3 cucchiaino di sale
  • 3 cucchiai di olio d’oliva

 

Staccare le foglie dei ravanelli, più fresche sono meglio è. Lavarle bene e asciugarle.

Mettere le foglie in un contenitore per frullarle. Aggiungere noci, sale e scaglie di peperoncino rosso.

Aggiungere 3 cucchiai di olio d’oliva.

Spremere il succo del mezzo limone attraverso un colino e lavorare tutti gli ingredienti con un frullatore.

Quindi spalmare il pesto di ravanelli su un pane fresco.

Per la marinata dell’insalata:

  • 2 cucchiai d’aceto di pere o mele
  • 2 noci
  • 1 ½ cucchiai di miele tirolese
  • 1 pizzico di sale

Mescolare aceto, miele e sale.

Lavare i ravanelli e tagliarli in fette sottili.

Sbucciare le noci e tritarle.

Infine cospargere i ravanelli con la marinata, le noci e … ci siamo: è pronto l’antipasto primaverile perfetto!

 

Questa ricetta primaverile è stata creata per noi da Oscar Germes. Nel suo one man restaurant „Oscar kocht“ (Oscar cucina) a Innsbruck, in cui è protagonista unico, cucina prelibatezze vegetariane con ingredienti regionali di qualità bio.

Fotos: Charly Schwarz

 

Klaus

Dopo anni di lavoro oltreoceano, Klaus Brunner esplora la sua patria, il Tirolo, con camera e microfono. Home is where your heart is.

Sull’autore »

Nessun commento

In su
giù