Alla baita Angerer Alm comandano le donne

Aggiornato il 23.09.2020OspiteOspite
Angerer Alm presso St. Johann

La Angerer Alm a St. Johann in Tirol è una tradizionale baita tirolese ma anche uno strepitoso ristorante gourmet. A rendere possibile questo connubio originale sono due donne: Annemarie Foidl e la figlia Katharina.

Le montagne tirolesi custodiscono numerose leggende che vedono figure femminili come protagoniste. Tra queste vi sono le mitiche Seligen o Saligen che vagano nei boschi, sono amiche degli animali e aiutano gli uomini dal cuore buono mentre non risparmiano punizioni a chi manca loro di rispetto. Annemarie e Katharina non sono certo due spiriti dei boschi ma rappresentano sicuramente un esempio potente di questa energia femminile e Annemarie afferma sorridendo: “qui gestiamo una comune femminile!”. La donna è elegante e bella sia in abito business che con il costume tradizionale tirolese. D’inverno al classico “dirndl” (vestito femminile) ogni tanto preferisce i Lederhosen (pantaloni tradizionali in pelle solitamente indossati dagli uomini) e un giaccone di lana. Anche questo è indice di forte carattere e dimostra quanto le due Foidl si divertano a giocare con le mode. Sta di fatto che alla baita Angerer Alm sono loro a comandare e indossare i pantaloni!

Annemarie ha iniziato a lavorare in baita che non aveva ancora 20 anni e adesso che ha superato i quaranta continua come per magia a gestire la Angerer Alm con una energia e una freschezza che solo lei possiede. Non sarà una fata dei boschi ma i suoi capolavori culinari sono delle vere e proprie squisitezze che stupiscono di volta in volta gli ospiti e hanno un che di magico. Annemarie ha scelto di non cambiare lo spirito del Rifugio che da più di 200 anni si staglia tra le Alpi del Kitzbüheler Horn. 13 le stanze come agli esordi, con bagno in corridoio e senza televisione. Le bellezze si godono dalla finestra. Il fiore all’occhiello è il fantastico ristorante che è diventato un vero e proprio tempio del gusto, conosciuto e rinomato anche oltralpe. In cantina si trovano più di 6000 vini provenienti da tutto il mondo e Annemarie da 8 anni è Presidente dell’Associazione Sommelier di tutta l’Austria. Anche qui una mosca bianca visto che solitamente è un mondo molto coniugato al maschile. Ma Annemarie è una splendida donna sicura di sé e quando si fa della passione il proprio mestiere il successo è assicurato.

Il fatto che Annemarie sia la maggiore esperta di vini in Austria si ripercuote positivamente sui visitatori della baita. Qui capita spesso che vengano in visita alcuni dei maggiori vignaioli e viticoltori con i loro fantastici prodotti. E poiché un vero Sommelier sa quanto sia importante il giusto calice per una perfetta degustazione ecco che è accaduto qualcosa di interessante e divertente: nel 2016 la ARGE Heumilch, un consorzio di oltre 8000 produttori di latte, ha chiesto ad Annemarie di scegliere il modo migliore per degustare il loro latte di fieno fresco. La soluzione è stata trovata in un recipiente con fondo largo per far esaltare al massimo gli aromi del latte. Potete gustare tutto di persona alla baita Angerer Alm dove la via che porta dalla mucca che mangia fieno fino al bicchiere è veramente breve.

La cucina della baita è il regno della figlia Katharina. Durante il giorno vengono servite pietanze tradizionali locali. Dal Pasticcio Imperiale (una frittata dolce con ricetta segreta detta “Kaiserschmarren”) fino ai canederli con lo speck: qui gli sportivi invernali hanno la garanzia di saziarsi con buon cibo dopo una bella sciata. La sera poi è dedicata alla creatività culinaria. Katharina insieme a suo marito elabora meravigliosi menù di 3 o 5 portate utilizzando i tanti prodotti locali a disposizione. Si va dalla zuppa di erbe selvatiche alla Crépinette di coniglio. La sera non esiste carta delle pietanze. Tutto viene creato e ideato liberamente al momento e il segreto è farsi sorprendere. Vi consigliamo vivamente anche la colazione “Bergvitalfrühstück” con pane fatto in casa, marmellate di produzione propria, Müsli, prodotti caseari delle proprie mucche, frutta fresca e molto altro ancora….

Ospite

Questo articolo è stato scritto da un autore che abbiamo ospitato. Troverai nell’articolo maggiori informazioni su di lui.

Sull’autore »

Nessun commento

In su
giù