10 avventure nella natura solitaria per tutta la famiglia

Aggiornato il 02.10.2020OspiteOspite

Lo sa ogni bambino: le migliori avventure avvengono all’aperto. In mezzo alla natura e al verde, nei boschi e soprattutto in montagna. Ecco 10 grandi scoperte tirolesi per grandi e piccini.

1. Escursione avventurosa alla cascata Eifersbacher

Il fragore e lo scrosciare in lontananza annuncia già la presenza di un gigante che si nasconde nelle viscere del bosco. Un piccolo sentiero conduce attraversa tanti graziosi ponti che portano a un sentiero in salita. Fino a quando non si arriva ai 25 imponenti metri della cascata Eifersbacher . Il luogo era conosciuto già nel 19° secolo perché vi si trovavano dei bagni termali. Oggi la meta è molto amata dalle famiglie perché si raggiunge facilmente con soli 200 metri di dislivello: ideale per chi cammina con bambini al seguito. Inoltre lungo il sentiero numerosi tratti del torrente invitano a sostare e giocare con l’acqua. Portatevi delle scarpe di ricambio per i bambini!

2. Costruire dighe lungo il torrente Lech

Fango e mani di bimbi felici sono un connubio perfetto come le montagne e il Tirolo. Più si sporcano gli stivali o i piedini e più è largo il sorriso dei più piccoli. Il fiume Lech è un parco giochi naturale perfetto. Lungo tutto il percorso fino in Germania mantiene la sua natura selvaggia e incontaminata. E’ l’ultimo fiume selvatico nella zona nord delle Alpi con centinaia di metri di bianche sponde fatte di sabbia e sassi. Un luogo ideale per chi cerca avventure lungo il fiume. Un’idea perfetta è quella di costruire delle dighe. Bastano rami e sassi e ci si può divertire a costruire divertenti deviazioni usando il fango come collante. Ovviamente bisogna sempre fare attenzione a non esagerare e garantire il flusso naturale del fiume.

3. Dormire su una casa sugli alberi presso il lago Natterer See

Niente è più salutare di un soggiorno in mezzo agli alberi. Il contatto con la natura è veramente diretto ed emozionante. I bambini impazziranno e le avventure saranno talmente tante che anche i genitori a fine serata si faranno scappare uno sbadiglio per la piacevole stanchezza accumolata. Presso il lago Natterer See è possibile dormire in delle vere e proprie case sugli alberi dove avventura e relax si sposano in un connubio perfetto. In una „Family-Lodge“ costruita sugli alberi con terrazza e vista panoramica hanno posto 4 persone. Piccolo angolo cucina, zona notte e giorno e un bagno rendono il soggiorno veramente confortevole. A due passi dalle case sugli alberi si trova l’incantevole lago Natterer See. Per freschi tuffi mattutini e tante risate in famiglia.

4. Scalzi in montagna presso Fügen

Papà mi si sono slegati i lacci delle scarpe! Mamma ho un sasso nella scarpa! Queste sono tutte frasi che qui i genitori non potranno sentire. La montagna si può esplorare a piedi scalzi. Presso Fügen, nella valle Zillertal esiste un Sentiero da percorrere a piedi scalzi sull’ultimo tratto fino alla cima a 1920 metri di quota. Zigzagando si raggiunge la vetta in circa 30 minuti. I piedi passeggeranno su morbida e calda corteccia d’albero, f reddi ciottoli di montagna, morbida sabbia oppure terra. A occhi chiusi i bambini possono divertirsi a riconoscere i vari tratti di percorso. E a fine corsa ecco un fresco torrente dove poter lavare i tanti piedini dei giovani esploratori.

5. Cavalcate nella natura a Ellmau

E’ ancora possibile cavalcare selvaggiamente in mezzo alla natura? Certo! Prati e sentieri ad alta quota sono la soluzione ideale. La salita fino alla baita Rübezahl Alm a 1200 metri di quota parte da Ellmau, costeggia il fiume Weißache fino a Egg e passando per il piccolo rifugio Hochschwendt giunge fino alla meta: la baita Rübezahl Alm. Fino al 1778 lì c’era una stalla. Oggi vi si trova una baita dove degustare cotolette e altre prelibatezze appena scesi da cavallo. Dopo una breve visita al vicino lago Hintersteiner See il sentiero prosegue in discesa fino a Oberleiten. Porta tra prati e colline, boschi e sentieri fino a giungere nuovamente a valle.

6. Bouldering nel Pitztal

E‘ pieno di pietre nel bosco! Esatto. Piccoli e grandi macigni, alcuni anche molto alti. E si trasformano in perfetti parchi per il bouldering. Quasi tutti sono ideali anche per i bambini che possono arrampicarsi in sicurezza sincerandosi di aver messo ai piedi del masso i comodi materassini per attutire eventuali cadute da piccole altezze. La valle Pitztal è un vero paradiso per chi ama l’arrampicata. Sia per principianti che per professionisti e soprattutto per famiglie. Qui si trovano parchi di arrampicata per famiglie che si susseguono con tour di allenamento e strade ferrate. A partire dal 2017 è stata aggiunta la zona per il bouldering „Mandlers Boden“ con ben 55 blocchi, tutti collegati tramite un percorso. In pratica si tratta di ben 180 itinerari bouldering con differenti gradi di difficoltà.

7. Grigliate in montagna al Wilden Kaiser

L’aria di montagna mette fame, è risaputo. Quindi vi consigliamo: un bel falò, spiedini da tenere sulla brace e comode coperte su cui sedere e godere del panorama. Ma quindi è possibile accendere il fuoco in montagna? Sì ma solo nei luoghi preposti e segnalati con appositi cartelli in mezzo alla natura. Sul massiccio dell’Imperatore Selvaggio (Wilder Kaiser) a 1650 metri di quota sopra Scheffau, è stata allestita una Stazione per grigliate. Un posto tranquillo, al limite del bosco, circondato da montagne e un panorama mozzafiato sul Wilder Kaiser. Si può salire comodamente con la funivia e potete anche evitare di portarvi dietro carbonella ed altri impicci. Il ristorante Brandstadl prepara numerosi „pacchetti per il Grill“ perfetti per una grigliata in montagna.

8. A caccia di piante nel Parco Nazionale degli Alti Tauri (Nationalpark Hohe Tauern)

La natura si può studiare sui libri ma non c’è niente di più bello che scoprirla dal vivo. Il Parco Nazionale degli Alti Tauri è un luogo meraviglioso per una vera e propria caccia al tesoro avente per tema flora e fauna. Nel più grande Parco Nazionale d’Austria si trovano più di 3500 esemplari di piante. Lungo i sentieri cartelli informativi consentono di riconoscere ed apprezzare dal vivo tutte le caratteristiche di stelle alpine, ranuncoli glaciali o rododendri alpini. Vi sono poi veri e propri sentieri didattici – come ad esempio quello dei cembri a Oberhausen , che si snoda lungo un anello (molto semplice da percorrere per grandi e piccini) lungo solo 1,5 km. La zona comprende 100 ettari di bosco naturale protetto, cembri di 600 anni e il dislivello da coprire è veramente poco: solo 40 metri. Un’escursione perfetta per tutta la famiglia.

9. I tesori nascosti del Mieminger Plateau

Su questo altipiano baciato dal solo dimenticatevi l’antica caccia all’oro! Qui i piccoli avventurieri possono divertirsi come matti a cercare minerali preziosi dai nomi più incredibili. Come il Granatglimmerschliefer nella valle dell‘ Ötztal, una pietra appartenente alle rocce metamorfitiche e ricca di sbrilluccicanti minerali. Stupendi anche i fossili lungo il torrente Stöttlbach sopra la valle del fiume Inn. Qui gli geologi hanno scoperto fossili con più di 200 milioni di anni. Chissà che non trovino qualcosa anche i bambini. Non è da escludere. La vera avventura è nel cercare. Importante è indossare ottime scarpe da montagna per affrontare con sicurezza il punto di incontro tra i torrenti Stöttlbach e Lehnbach!

10. Avventura assicurata nelle acque del fiume Tiroler Ache

Farsi semplicemente trascinare dal fiume? Oppure remare attivamente con le pagaie? Per le famiglie esistono splendide escursioni in canoa con imbarcazioni particolarmente stabili. I centri che organizzano i tour mettono a disposizione mute in neoprene, giubbotti di salvataggio e caschi. Così ben equipaggiati è possibile vivere u’esperienza emozionante partendo da Kirchdorf e discendendo tutto il fiume Tiroler Ache. Presso questi Tour organizzati c’è la possibilità di fare anche una festa con grigliata nella gola Klobensteinerschlucht sulla spiaggia di ciottoli. La destinazione finale Schleching si raggiunge in circa 5 ore di escursione. Il ritorno al punto di partenza avviene con transfer offerto dagli organizzatori.

Ospite

Questo articolo è stato scritto da un autore che abbiamo ospitato. Troverai nell’articolo maggiori informazioni su di lui.

Sull’autore »

Nessun commento

In su
giù