Passeggiate accessibili? Sì, grazie!

09.10.2020OspiteOspite

Se dovessi definire la nostra vacanza in Kaunertal con una sola parola userei inaspettata e adesso vi spiego perché! Sono Giulia Lamarca e insieme a mio marito Andrea abbiamo fatto dei viaggi la nostra passione e una parte del nostro lavoro, una bellissima parte!

Nel 2011 ho avuto un incidente in seguito al quale non posso più camminare e quindi devo usare la carrozzina.

Il sentiero didattico naturalistico Piller Moor, che si snoda perlopiù senza barriere, attraversa l’interessante torbiera

 

Questo non ci ha mai fermati nei nostri viaggi anche se talvolta ha richiesto alcuni cambiamenti di programma o un’organizzazione più attenta delle nostre avventure.

Per questo questa vacanza in Kaunertal è stata così inaspettata, perché in questa valle e tra queste montagne l’accessibilità e le attività inclusive sono la normalità. Durante i quattro giorni trascorsi qui abbiamo avuto l’opportunità di fare una passeggiata fino ad oltre 2000 metri e fare pranzo al rifugio Verpeilhütte in in alta quota, arrivare fino in punta al ghiacciaio Kaunertaler Gletscher e in generale goderci in tutta tranquillità e spensieratezza tutte le meraviglie di questo luogo.

 

Davanti il lago artificiale Gepatschstausee, dietro il ghiacciaio nella valle Kaunertal.

Fare una passeggiata in montagna, per quanto banale possa essere, diventa davvero un’impresa in carrozzina. Fin da piccolissima, prima dell’incidente, andavo spesso con la mia famiglia a fare lunghe passeggiate in montagna. Da quando sono in carrozzina, invece, non sono più riuscita in quanto spesso i sentieri sono molto ripidi e stretti e in generale l’esperienza risulta meno piacevole per tanti motivi.

In Kaunertal abbiamo usato lo Swiss Trac fornitoci dall’hotel Weissseespitze, il cuore pulsante delle attività accessibili nella valle, e siamo riusciti senza problema a farci oltre 40 minuti di passeggiata. Vi dico solo che erano quasi 9 anni che non mi godevo una così bella giornata in montagna. L’hotel Weisseespitze ha inoltre una spa completamente accessibile, con rampe e sollevatori per permettere di entrare e uscire dalle vasche le persone con difficoltà motorie.

 

Il giorno seguente abbiamo fatto una passeggiata al Piller Moor e questa volta è stata resa accessibili grazie alla costruzione di camminamenti in legno grazie ai quali è possibile passeggiare in mezzo alla foresta evitando di calpestare la flora e dando l’opportunità a tutti di godere delle sue bellezze. Insomma, che sia per un giro in bicicletta, con una ruota elettrica o una passeggiata in montagna, la valle del Kaunertal ha davvero tutto quello che serve per vivere e godere a 360° la montagna, anche per le persone con disabilità o difficoltà a camminare.

 

Durante la passeggiata attraverso il Piller Moor si raggiunge anche la zona di estrazione dove si tagliava la torba fino agli anni Settanta.

 

Foto: (c)Tirol Werbung, Giulia Lamarca & Andrea Decarlini

 

 

Ospite

Questo articolo è stato scritto da un autore che abbiamo ospitato. Troverai nell’articolo maggiori informazioni su di lui.

Sull’autore »

Nessun commento

In su
giù